climber password
site-searchCerca
Climbing - Arrampicare - Grimper
.: ZOOM tHE cOVER :.
 
Menu principale
Home Page
Notizie
Invia articolo
Archivio notizie
Argomenti

Musica
Invia articolo
Archivio articoli
Argomenti

Link
Segnala
Più visitati
Più votati

Meteo
Mappe del tempo
Previsioni del tempo
Previsioni per città

Forum
I più recenti
I più visti
I più attivi

TEST MATERIALE TECNICO
fORUM
tC Partners
USO dei COMMENTI

Rock D.O.C.G.

Utilità

Riflessioni

Usa il cervello, non il martello!
Salvaguardiamo la roccia
tOSCOCLIMB.it

FreeTibet.org


SaveTibet.org


Una giornata coi bimbi di Kasisi (Africa)


Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
 
Espande/Riduce le dimensioni di quest'area
Articoli : Globetrotters di Lorenzo Frusteri
Inviato da tc il 5/11/2012 07:19:56 (3025 letture)


Pizza e Boulders
James Pearson, Caroline Ciavaldini e Lorenz The British Italian
  Sms1: "Ciao Toni. James Pearson e Caroline sono qui a Siena da me. Hanno scalato al Muzzerone, Candalla. Poi blocchi. Se ti va ti scrivo qualcosa. Lore." Sms2a: "Ok ti faccio sapere grazie ancora" ... Sms2b: "Ahahah scusa ti ho spedito sms che era diretto a qcun'altro. OVVIO che tutto quello che mi scrivi mi solo gran piacere!!! T" ... Sms3: ":-) ero rimasto un pò perplesso in effetti! ahahah!".
Inizierò così l'articolo che mi ha spedito Lorenzo, il very british italian da Siena a proposito del viaggio di una delle coppie più forti al mondo, ovvero James Pearson e Caroline Ciavaldini, in giro per il mondo e questa volta per la toscana ... da leggere e non perdere il link di seguito>>



 GLOBETROTTERS, di Lorenzo Frusteri
 
Tra una spazzolata, una caduta e una chiacchiera, sabato pomeriggio ricevo questo messaggio, numero sconosciuto: “Ciao Lore, we are on our way through Italy, and we’ll be passing Siena in one hour. Tomorrow we go bouldering in Amiata. Where are you?” Il mio primo pensiero è stato “I am bouldering in Amiata!” e il secondo “… ma chi caz- sei?” Mentre meditavo su un appropriato modo di esprimere il secondo concetto tramite SMS, ecco un secondo messaggio, altro numero, straniero: “P.s. James Pearson”.
   Era veramente tanto che non vedevo James, e se per un po’ ero riuscito a seguire le sue tracce, tra Australia, Stati Uniti, Marocco, Turchia, Borneo e altre mille destinazioni, da tempo veramente non avevo più notizie a parte quelle che racimolavo come tutti su Internet: 9a lavorato, 8c e 8c+ al secondo giro, multipitch di alta difficoltà in varie parti del mondo. Sapere che di lì a poche ore lo avrei incontrato mi faceva grande piacere, ma mi dava anche il brivido di doverlo portare a far blocchi sui nostri sassi! Una grande responsabilità!!!
La mattina successiva ci troviamo in paese, mi presenta Caroline, la sua ragazza (8b a vista, 8c+ lavorato, due vittorie in gare di Coppa del Mondo…) che con il suo accento francese mi dice che non ama il boulder… Mi si prospetta dinanzi agli occhi la seguente situazione: James che osserva con tristezza i miseri blocchi che gli offro, Caroline che disgustata dall’ennesima partenza seduta si chiude in un ostinato, francesissimo silenzio, con le dita aperte dalla severa roccia amiatina. Tremo.


Caroline su un fb 7b+ (sito: carolineciavaldini.com)

Niente di tutto ciò. James e Caroline hanno scalato un’intera giornata sui “nostri” blocchi, salendo praticamente tutto ma soprattutto apprezzandone la qualità – che compensa più che ampiamente la scarsa quantità – e godendosi la pace delle nostre zone, così lontane dalle mete internazionali in cui ti puoi trovare a far blocchi accanto a persone che si sono portate dietro lo stereo per ascoltare la colonna sonora dell’ultimo mega video di arrampicata super pubblicizzato, o che dopo avere salito un problema prendono l’iPad per aggiornare “in real time” il loro profilo 8a.nu, con il solito “soft, 5 minutes”.


Il Lore si sloga le braccia, ndr (pic: carolineciavaldini.com)

Così come sono rimasti affascinati dall’Amiata, altrettanto dicasi per la falesia di Candalla, dalla quale provenivano, e per il Muzzerone, dove avevano scalato il giorno ancora precedente. Caroline mi ha detto che è incredibile che Candalla Alta sia così poco conosciuta oltralpe. Bene o male?
Incontrare James mi permette di avere uno sguardo privilegiato sulla vita di chi campa di arrampicata. E’ grandemente affascinante. Certamente richiede grande impegno e dedizione, fantasia e coraggio.
Vorrei scrivere tante cose, ricordare tante sensazioni di questa domenica e di altre giornate passate a scalare con James, ma finirei con l’annoiare. Mi limito allora a invitarvi a visitare il sito di Caroline www.carolineciavaldini.com nel quale potrete trovare il racconto di queste giornate del loro “Italian Job”.
           Lorenzo “A very British Italian” Frusteri
Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE
 L'articolo in francese di Caroline>>, leggete tutto, James e Caro elogiano l'amico Roberto Vigiani che c'è, c'è sempre in ogni dove si parli di roccia e di livello ... yes Robi!! ... e ovviamente, Excellent Lorenz!!

--------------
tOSCOCLIMB, Lorenzo Frusteri, James e Caroline

- tutti i diritti riservati - t©
toscoclimb promuove il rispetto di tutto l'ambiente, non solo della roccia

 

Salva questa pagina nel formato:

 
Link correlati

· Articoli sull'argomento Articoli
· Articoli inviate da tc

L'articolo più letto sull'argomento Articoli:
· Farsi la magnesite liquida da soli

Le ultime sull'argomento Articoli:
· Globetrotters di Lorenzo Frusteri

Visualizza pagina stampabile  Segnala questo articolo ad un amico



tC Family

Calendario Eventi
Agosto 2022
LuMaMeGiVeSaDo
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

In Libreria

Arrampicare in Toscana - Valle di Camaiore e sant'Anna di Stazzema
—————
L. Abbarchi, T. Lonobile, R. Vigiani
ed. ToscoClimbStore
169 pagine
euro 24,00 +1,00 facoltativo per la richiodatura
da non perdere