Climbing - Arrampicare - Grimper


Elettrostimolazione
Argomento: Articoli Data: 26/4/2005

ELETTROSTIMOLAZIONE

D.: ho deciso: mi compro un elettrostimolatore.
Lo faccio per allenarmi, perch? nonostante tutto il tempo per allenarsi scarseggia sempre di pi?, anzi io sempre meno tempo anche per arrampicare. Un inizio di mal di schiena mi fa pensare che il fatto di poter allenarsi agendo direttamente sui muscoli ed evitando movimenti "accessori" sia molto vantaggioso. Lo so che ci sono poi i problemi di coordinazione etc... ma credo che i vantaggi superino gli svantaggi.
Lo so che tutti cominceranno a dire che "l'allenamento da elettrostimolatore va bene per i top... se non fai almeno il 7b a vista non serve a nulla..." ma vi dico subito che questi discorsi non faranno breccia su di me... :-))
Non sono un arrampicatore da 7c, anzi tutt'altro quando riesco a fare un 7a lavorato (non super-lavorato perch? non lo faccio) sono super contento, ho dei limiti credo non tecnici ma piuttosto emozionali. Ma anche vedo che ? difficile mantenere una efficienza fisica quando gli impegni di lavoro e altro aumentano.
Quindi la mia domanda ? piuttosto tecnica sul tipo di elettrostimolatore da comprare.
Ho letto qua e la, e visto che nonostante ci siano tanti modelli, solo poche marche fanno elettrostimolatori veramente efficaci. Mi sono orientato sui COMPEX, ma anche qui c'? una gamma veramente ampia, con prezzi varianti dai 350 ai 700 e pi? euro. Cosa distingue un elettrostimolatore da un altro? Certamente vi sono i tipi di allenamento che si possono fare. Per esempio quello pi? costoso permette di lavorare sulla pliometria mentre quello base no.
Ma per una stessa funzione (es. lavoro sulla forza pura) il modello base e quello "top" o anche intermedio, si equivalgono? Varia la possibilit? di raggiungere determinate intensita???
Insomma, cosa spiega la differenza di prezzo?
Se si tratta solo della possibilit? di programmare meglio gli allenamenti, allora la differenza di prezzo sta solo diciamo nel fattore "informatico"; e si pu? supplire con un po' di inventiva.
Ma se la differenza sta nel potere di stimolazione del muscolo, allora tantovale spendere quancosa in pi? e acquistare un prodotto che funziona veramente.
Insomma, prima di fare l'acquisto desidererei avere qualche consiglio, anche a riguardo di marche, modelli, prezzi, etc.
Basta che non mi diciate che ? inutile e che non servir? a farmi progredire in arrampicata, ci voglio provare, e posso anche decidere di buttare via qualche centinaia di euro....
A parte che poi un buon elettrostimolatore pu? supplire a massaggi, fisioterapisti vari, e accontentare anche la dolce met? che lo user? per la sua linea...

R1.: Ho degli amici che scalano bene che l'anno usato (quelli che fanno il riscaldamento sul 7b per capirci). Dopo una sagra di potenziamento, mi sembra che ora lo usino solo per la defaticazione, cosa che dicono, queste macchine facciano molto bene. Ma lo hanno archiviato per fare quello per cui te lo comperi: se non ti alleni, non vedo cosa devi defaticare! C'e sempre qualcuno che lo usa per le grandi masse, dorsali, bicipiti, addominali, ma come "complemento" all'allenamento. Se parli con qualcuno che vende degli articoli "seri" (non quelli per il **** delle grassone, che si vedono in televisione), ti diranno che glielettrostimolatori servono al complemento dell'allenamento. Non lo sostituiscono, ed anzi, ti farebbero regredire se usi solo quello. In definitiva, il mio consiglio, pi? che la macchina (che bisonga saper usare e che ti porta comunque a fare un allenamento che mi sembra non hai tempo/volgia di fare) ti consiglio per risolvere i tuoi problemi il sito http://www.injectablesteroids.com/ . Con la carta di credito, si fanno miracoli.

R.2: su tOSCOCLIMB.it c'? l'articolo di Roberto Bagnoli http://www.toscoclimb.it/ml/elettrostimolazione.pdf.

R.3: l'elettrostimolatore invia una corrente attraverso due elettrodi, la quale passa in tutti i tessuti che stanno attraverso i suddetti. Se per caso tra questi ci sta un muscolo, questo risponde con una contrazione, proprio perch? il segnale di attivazione muscolare ? un segnale elettrico con la dovuta tensione e frequenza. il tessuto circostante al muscolo (ossa, tendini, vasi...) non sa assolutamente di che farsene della corrente e quindi non risponde. tutto questo per dire che si pu? si inviare comodamente segnali elettrici esterni al muscolo e farlo contrarre, lavorare e magari crescere, ma il restante tessuto non ne rimane coinvolto. Il rischio ? che, esagerando, si abbia una crescita eccessiva del tessuto muscolare senza il corrispettivo supporto osseo. Quest'ultimo tessuto, come molti altri, si accresce e/o adegua in seguito a stimoli meccanici (tutte le pressioni cha si generano con la camminata ad esempio). ? per questo che, in generale, l'elettrostimolatore ? usato in campo fisioterapeutico o riabilitazione, ad esempio per far riacquistare il tono ad un muscolo che l'ha perso in seguito ad un trauma. con questo, valutate voi se e come usare l'aggeggio

R4.: dai tuoi discorsi sembri molto convinto. L''elettrostimolatore, oltre a peggiorare la qualit? della tua vita perch? ti costringer? a spendere del tempo nella pratica delle scosse, non cambier? di molto il tuo livello di arrampicata. L'arrampicata ? un gioco e questo la trasforma in passione: senza la componente divertimento solo una forte motivazione ti consentir? di avere la costanza e sopportazione di affrontare le sedute con gli elettrodi, e credimi, se hai questa ferrea volont?, il livello del sette a lo puoi abbandonare semplicemente continuando ad arrampicare divertendoti e curando magari anche l'aspetto forza ma non solo. Non ho risposto alla tua domanda ma spero di esserti utile lo stesso....  poi se vuoi comprare l'elettrostimolatore per il fitness di tua moglie valgono gli stessi argomenti... A mio avviso a livelli top pu? essere un'aiuto (a certi livelli i margini di miglioramento sono piccoli piccoli e si pu? fare di tutto) a livelli inferiori l'unico realmente soddisfatto sar? chi te lo vende!!

R5.: 1) L'elettrostimolatore ? per chi ha veramente un sacco di tempo per allenarsi. Infatti ? utile solo se utilizzato in aggiunta ai normali allenamenti. Usarlo da solo non solo non ti far? migliorare, ma ti far? anche regredire. Inoltre ogni seduta dura all'incirca mezz'ora per muscolo e contando che tu dovresti allenare almeno 6 muscoli principali... (il conto ? facile)
2) L'elettrostimolatore ? utile solo per i muscoli superficiali. Quindi inutile per i flessori dell'avambraccio che sono il nostro pane (sono infatti ricoperti da altri muscoli). Pu? andar bene invece per bicipiti, tricipiti e deltoidi.
3) Se proprio non ti sei ancora scoraggiato ti posso dire che i Compex sono ottimi, ma esistono altre marche che costano molto meno e sono ugualmente buone (Globus ad esempio)

R5.: Elettrostimolazione oppure no, il mio consiglio per Marco e quello di allenarsi in modo corretto, non piu' adesso che e' arrivato il sole, e di adattare il proprio corpo a cio' che vuol fare anche attraverso l'alimentazione ma soprattutto andando a arrampicare spesso. Se poi la soddisfazione sta nel fare un 8a, tutti possono farlo, secondo me, anche se non fanno il 7a a vista; basta trovare quello piu' congeniale al nostro stile e lavorarlo. Conosco varie persone che lo hanno fatto: anche questo puo' essere considerato allenamento.

R6.: Sull'efficacia dell'elettrostimolazione ci sono testi e analisi molto approfonditi fatti in parecchie Universit?: dati incontrovertibili, ottenuti su centinaia di atleti. Ti assicuro che sul bicipite, per esempio, mi diede dei risultati sconvolgenti in tre settimane.
Il contesto era quello di xxx: se ho ben capito, vive lontano dalle falesie, ha poco tempo per scalare e anche meno per allenarsi. Che fare ?
Io dico che 4 ore di allenamento a secco alla settimana bastano ed avanzano per scalicchiare senza problemi ogni tanto, su gradi pi? che decorosi. E, attenzione, molto meglio farle, quelle 4 ore, che non farle, perch? non ? neanche giusto che uno vada a scalare un giorno con alle spalle 4 settimane di ufficio; avr? probabilmente dei problemi, come quelli che vanno a fare la partita di tennis di due ore senza un minimo di preparazione alle spalle.
Personalmente  smetto di allenarmi per quasi 6 mesi, da quando riesco a fuggire dall'ufficio in tempo utile per 2-4 tiri serali. Ma se uno abita in piena landa padana o russa, che deve fare ?
Il discorso sull'elettrostimolazione deve comprendere anche il suo utilizzo: premesso che su gran parte dei distretti muscolari ? molto, molto efficace, e premesso anche che per tendini, articolazioni, posture e zona lombare ? MOLTO MENO traumatica che non trave e pan gullich ( la media degli arrampicatori ? gobba e sofferente di traumi articolari vari, graziosi doni delle forme di allenamento in voga), rimane il non trascurabile particolare che i ripostigli del mondo sono pieni di costosissimi elettrostimolatori abbandonati;
perch??
Perch? usarlo ? menoso e faticoso, doloroso e inquietante, fondamentalmente palloso. Peraltro io quando mi alleno mi leggo spesso un bel libro o riviste ( i canonici 6' di riposo fra un esercizio e l'altro), mentre con l'elettro conti semplicemente i minuti che mancano. Che sono sempre troppi!!
Ecco la vera, grande controindicazione dell'elettrostimolazione: ? un allenamento duro, pi? duro delle altre forme di allenamento. E non meno palloso.






Questo articolo contenuto sul sito: Toscoclimb - Climbing - Arrampicare - free climbing in Italy and tuscany110
http://www.toscoclimb.it/public/v2

L'indirizzo Web per questo articolo :
http://www.toscoclimb.it/public/v2/article.php?storyid=12